L’Italia cascò..

L’Italia ..è una delle Nazioni più colpita dal coronavirus dopo la Cina, abbiamo avuto gli occhi del mondo puntati addosso, e ci siamo destrati quasi bene , in quella che è stata una vera e propria tragedia Nazionale, il nostro popolo è stato uno dei primi ad essere messo in ginocchio, nella prima fase , quella più difficile, il governo, lo stato, le istituzioni sono state di enorme esempio anche per le altre nazioni, ci siamo barricati in casa, cantando dai balconi ed applaudendo ogni giorno alle 18, ai nostri valorosi eroi.. tutti quelli che erano in prima linea a combattere questo male del quale sapevamo solo il nome.. Infermieri e medici stremati , ogni tanto ci davano le loro testimonianze, e tutti noi eravamo lì, ad ascoltare, a piangere per quei racconti.. Ci siamo detti (e sono sicura tutti) una volta finita avrò più rispetto della mia vita e di quella altrui.. Vivrò la vita con coscienza, ma così non è stato..

Mentre nel mondo aumentavano i casi (e soprattutto i tamponi) da noi ad un certo punto ,verso maggio, di tamponi non si parlava, la politica ci sguazzava in cerca di voti, e noi popolo iniziavamo a sentire profumo di libertà, come direbbero in America era solo profumo di fake news.

Non si cantava più dai balconi e quando in tv iniziavano ad uscire medici o virologi che dicevano quanto fosse rischioso tornare alla normalità, beh si girava canale. Da giugno , ci siamo dimenticati della sofferenza, abbiamo abbracciato la nostra tanto desiderata libertà (ci sono popoli nel mondo che non sanno neanche cosa vuol dire libertà eppure non soffrono come abbiamo fatto noi) Anche tornare a lavoro, nel posto che si è odiato fino al 10 marzo, profumava di libertà; ci siamo detti,” vai che è finita”, tra qualche settimana non sentiremo più parlare del Coronavirus, sarà soltanto un brutto tremondo ricordo..

Ma intanto in televisione si parlava del Brasile, degli Stati Uniti che stavano annegando nel mare nero del virus, le fosse comuni, che facevano vedere in televisione per noi erano uno scempio, un qualcosa che noi qui non avremmo mai fatto, e nel frattempo tra una notizia e l’altra abbiamo tutti prenotato le vacanze estive, in televisione si è ripreso a parlare dei casi in Europa, definendo alcuni stati come la Spagna e la Croazia zone rosse dove gli Italiani non dovevano andare, peccato solo che a Giugno tre quarti della popolazione giovanile italiana si è recata in Croazia a fare vacanza . Così lo stato ha pensato, di sponsorizzare l’Italia,dicendo si alle vacanze e no al covid, ma restate in Italia, godiamoci la nostra bella Nazione; l’arte i paesaggi meravigliosi, ma si sà che quello che vogliono gli italiani è il Bordello! Non scandalizzatevi, perchè è cosi.. Tutti in discoteca ed in spiaggia a Ballare sulle note delle nuove Hit.. Tutti senza mascherine, tutti senza coscienza… perchè tanto non succede niente, e BAM! La Sardegna registra centinaia di turisti pronti a tornare a Milano, tutti positivi, Il Briatore nazionale, e molti altri personaggi dello spettacolo (tronisti per lo più) tutti positivi.. ma tranquilli non abbiamo niente, ad Agosto iniziavano a girare voci su possibili chiusure ad Ottobre, che una volta finite le vacanze, non appena riaprivano le scuole sarebbe stata una catastrofe,e qui tutti a chiedere il reinvio della data delle aperture delle scuole, perchè noi all’istruzione preferiamo il divertimento, il governo era concentrato sulla domanda che tutti i maschi italiani dai 5 ai 95 anni si chiedevano… Ma il calcio riprenderà a giocare? -Queste si che sono cose delle quali la nostra nazione aveva bisogno, quindi ci si è impegnati al massimo per far ripartire il Campionato di Serie A-B e chi più ne ha più ne metta..

La ministra Azzolina nel frattempo lottava con le unghie e con i denti per far riaprire le scuole, e mentre l’ATS , comunicava le modalità di come si dovevano segnalare a scuola e nelle sedi lavorative i casi positivi , milioni di genitori sui social facevano girare ridicole catene di Sant’Antonio dove dicevano che i bambini non andavano trattati come prevedeva il protocollo e che non avrebbero mandato i figli a scuola.. Quella poverina della Azzolina è stata aggredita da ogni lato, le hanno dato della incompetente , è troppo giovane per parlare di leggi che tutelino gli studenti… BALLE!

I casi in Italia iniziano ad aumentare, e De Luca, il presidente della regione Campania, posticipa l’apertura delle scuole , tanto tra elezioni e festa di San Gennaro i bambini si sarebbero persi subito quattro giorni diceva… E i campani nel frattempo avevano cambiato idea, e con i coltelli tra i denti dicevano che De Luca doveva riaprire le scuole… L’istruzione prima di tutto… peccato che su questo argomento potremmo scrivere dei veri e propri romanzi.. A fine Settembre la situazione diventa critica , dalla Francia arrivano notizie allarmanti, stessa cosa da Spagna e Inghilterra.. ed anche dalle nostre parti i numeri aumentano a vista d’occhio.. e le voci di possibili chiusure sono già nell’aria come bollicine di sapone.. solo che una su tre scoppia le altre aumentano di volume. Con Ottobre dietro l’angolo, Il governo inizia a mandare messaggi subliminari che gli italiani fingono di non capire , le regioni vogliono più restrizioni, la gara tra De Luca e Fontana è appena iniziata.. La Roulette russa messa in atto dalle istituzioni per capire chi deve cadere è appena stata messa in moto ; il numero inizia a toccare i 15mila casi, BASTA è ora che il Ministro Conte dica qualcosa, e nel frattempo i nullafacenti della politica in opposizione dicono , niente chiusure, niente restrizioni,più controlli , e orari ridotti.. discorsi che neanche uno dei maestri della Psicolanalisi sarebbe riuscito a decifrare.. Sigmund Freud in questa vita avrebbe cambiato mestiere… Arriva il giorno del verdetto.. Conte , diventato forse l’unico Ministro ad essersi sudato tutti i soldi che guadagna rispetto ai precedenti ministri.. Esce in tv, con la sua immancabile mascherina, cerca di fare il duro, ma non gli riesce bene , e ci comunica di dover chiudere tutte le attività alle 24, un altro DPCM ,che fino a prima della pandemia gli Italiani manco sapevano a cosa servivano.. e forse non ne ricordano neanche l’esistenza di uno precedente.. Una doccia fredda, ma bene o male cadiamo tutti in piedi, ulteriori restrizioni, oltre quelle già comunicate da rispettare ma andiamo avanti.. Sembra che ci abbiano graziati,

ovviamente il lavoro inizia a calare , considerando lo smart working al 75% e che i nottambuli feriti nell’orgoglio non escono sempre… però ci siamo possiamo permetterci di lavorare ed avere il nostro 80% dei dipendenti in attivo.. Ottimo risultato, ma abbiamo cantato vittoria troppo presto, la faida Nord vs Sud ha preso atto, Milano e Napoli iniziano a tremare, esce Attilio e chiede restrizioni più ferree , i suoi soldatini tra cui il sindaco di Milano dicono che bisogna fare di più e decidono di riunirsi al palazzo della Regione, nello stesso tempo Vincenzino De Luca convoca i suoi sindaci.. la regione Campania non riuscirà a gestire quei numeri negli ospedali.. bisogna fare qualcosa, vince Attilio che lo comunica prima , si chiude tutto alle 23! >I bestemmioni contro Conte scendono come neve sul popolo italiano e la domanda che tutti si pongono è perchè ha dato voce alle regioni andava tutto bene fino ad oggi..

Il panico, la gente si chiude in casa perchè la parola COPRIFUOCO fa paura.. centinaia di uomini delle forze dell’ordine presidiano le zone ROSSE quelle della Movida, i Navigli, e Corso Como diventano lo spettro di quello che sono stati fino a cinque anni fa, si abbassano le saracinesche ed in molti fanno i conti che se continua cosi non sarà per breve periodo. Milano e tutte le città della Lombardia tremano al pensiero di tutto ciò, centinaia di ristoratori (compresi bar e tutte le attività duramente danneggiate) guardano i loro dipendenti con aria affranta, con la consapevolezza che molti dovranno andare di nuovo in cassa integrazione, e nessuno sa quando la nostra cara amata Inps pagherà.. e che altri ancora , non si vedranno rinnovare i contratti.. perchè c’è esubero di personale.

Vincenzino non vuole essere da meno , ed il giorno successivo alla Lombardia mette anche lui il coprifuoco, sembriamo leoni in gabbia pronti a saltare addosso nel momento in cui quella gabbia viene minimamente aperta.. Ed ecco che a meno di tre giorni da questo coprifuoco, le regioni Italiane decidono che lo Stato DEVE intervenire, i numeri aumentano a vista d’occhio e Venerdi arriviamo alla soglia dei 20mila contagiati. Conte , Speranza , Gualtieri e tanti altri lavorano tutta la notte per cercare quella che dovrebbe essere la soluzione migliore, ma che si renderà invece l’omicidio di un intera nazione; Domenica a pranzo, quando le famiglie si riuniscono a casa con l’ansia delle segnalazioni, Giuseppe Conte ammette che ci sono stati degli errori nella gestione di questa situazione (spero si riferisca all’estate) la situazione è critica, e per il bene della salute nazionale dalle 18 tutti chiusi!

FERMI TUTTI! Chiudere delle attività e lasciarne altre aperte diminuisce i contagi? Il Covid-19 va a cena e non a pranzo? a questo punto penso sia Sud Americano e non cinese.. Se la gente va a cena fuori o a fare un aperitivo (per carità seduti) porta dietro con se il covid? Se vado a comprare un vestito in un negozio non prendo il covid, se mi fermo a bere il caffè si? ci sarebbero milioni di domande da fare alle ISTITUZIONI in generale ma in questo momento prevale lo sconforto che misto alla rabbia porta solo una bella quantità di Gastrite!

Intanto scoppia una piccola rivoluzione,quasi per niente pacifica.. e come tutte le rivoluzioni passate inizia da Napoli , passando per Roma , Torino e tutte le città italiane, perchè si siamo consapevoli che il virus c’è! Esiste, e non si può negare, ma non si

A tutto questo si aggiunge il colmo dei colmi perchè, le regioni che hanno implorato lo stato con restrizioni più ferree da ieri sera hanno chiesto di allentare la presa.. Oh Freud quanto lavoro per te ci sarebbe in questo periodo!

Una cosa è certa , non ci sono stati dei veri e propri controlli alle attività, si è vissuto con”tanto c’è il buon senso degli italiani” enorme BUGIA! Gli italiani se ne sono fregati della situazione , alla riapertura dei ristoranti,dei bar, dei pub e chiunque altro fa un mestiere di “servitù ” ci sono stati dei veri e propri atti di bullismo e umiliazione per chi fa questo mestiere.. una frase ricordo ancora bene era il 6 Giugno ed un ragazzino di forse neanche 25 anni disse ad un cameriere , un mio collega ,che quasi piangeva per quella frase ” NON DATECI FRETTA PERCHè è GRAZIE A NOI SE NON SIETE PIù IN CASSA INTEGRAZIONE” quella frase a chi è stato in cassa integrazione, quella del decreto , il 40% dello stipendio! fa male, perchè un padre di famiglia ci resta male , e non solo lui.. oggi vorrei dire a chi disse quella cosa, che era grazie a Noi se andava in giro per strada.. Purtroppo non è stato un caso isolato, poi ci sono stati quelli della Mascherina ce l’ho in macchina, e che quando gli davi tu la mascherina ti guardavano male! Ci sono stati i vecchietti che al “signore può dare un occhiata al locale ma dovrebbe indossare la mascherina ” se ne sono andati indignati, rispondendo con una bel “mi hai rotto i….. ” e questo me lo sono sentita dire proprio io!
Ci sono stati clienti che ad ogni cosa che non si poteva fare rispondevano e “dai chiudi un occhio”

Questa è l’Italia , poi si chiedono perchè ci sono le grandi fughe di cervelli.. perchè i nostri medici i nostri scienziati sono stanchi di salvare gente che non ama il proprio paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...