Page 5 of 5

30 ++ candeline e…

Ogni anno, il mese di maggio , mi mette sempre molta ansia, si perchè è il mese del mio compleanno.. Fosse per me forse neanche ci penserei , ma le persone che mi circondano ogni anno fanno sempre le stesse domande, le stesse osservazioni, senza pensare che forse una donna potrebbe rimanerci male, si perchè chi non l’avesse ancora capito , dire ad una donna , hai ormai 32 anni sei vecchia per avere figli .. FA MALE!

Ma questo è un altra cosa, ovviamente dopo tutte queste domande/osservazioni inizi a darti qualche risposta e farti qualche ulteriore domanda.. e quindi l’unica cosa che riesci davvero a pensare è.. menomale che ho messo come priorità della mia vita , partire ogni qualvolta c’è da spegnere le candeline, ed ho iniziato a 25 anni, quando tutti mi dicevano , ma quando ti fidanzi sei vecchia.. siamo arrivati a 32 candeline , e la gente mi viene a dire , beh ormai sei vecchia per avere un figlio, la mia risposta a queste persone:

 

il mio istinto di maternità è praticamente nato con me, l’idea ed il volere un figlio ci sta, sono donna, e ho un cuore, l’idea di creare qualcosa di meraviglioso mi emoziona solo all’idea , ma i figli non si fanno come si fanno i peti , io a mio figlio voglio donare amore, e la mia presenza, non voglio che mi consideri un estranea , voglio non dirgli quando si farà grande , per colpa tua , non ho fatto questo o quello , ma piuttosto voglio dirgli , vai e goditi la vita, vai e gira il mondo , vai e vivi.. perchè io ho iniziato tardi.. ma l’ho fatto e poi ho fermato di mia iniziativa la giostra sono scesa e ho creato te..”

 

si perchè non voglio fare come la maggior parte delle persone che conosco, non ho viaggiato perchè ho avuto figli , non esco perchè ho i figli , non mi sono potuta divertire perchè ho avuto i figli troppo giovane.. Adesso aspetto di spegnere le 32 candeline , quest’anno a Dublino.

 

 

 

Style has no size

È ormai diventato un inno durante la fashion week newyorkese abbiamo visto molte famose curvy models sfilare per grandi marchi come Michael Loris, e avere un’intera linea dedicata a loro come nel caso di Christian Siriano.. Molti brand low cost si sono “adeguati” alla nuova corrente, perché anche noi curvy abbiamo bisogno di sentirci belle e alla moda.. Io personalmente, mi carico di shopping da Primark, H&M, Forever21 e Asos.com, si perché purtroppo tranne che per i primi due, in Italia è davvero davvero davvero difficile, quindi per molte cose sono costretta ad andare online..

La speranza e le innumerevoli richieste di fare aprire altri curvy shop, non finisce, ma per ora va bene così.. E ricordate #stylehasnosize

ONLY A DREAM?

Riguardando il Diavolo Veste Prada, film del 2006 , con la magnifica Meryl Streep , e le bellissime Anne Hathaway e Emily Blunt , un film che adoro, anzi amo , per diversi motivi, il primo è ambientato nella mia amata New York, e poi fanno vedere la bellissima Parigi, due splendide città per un unico film, e poi la moda, in tutte le sue sfaccettature, l’isteria , il glamour , la bellezza , il lusso tutto quello che per molti può sembrare strano , atipico e fuori di testa, in realtà a me ha sempre affascinato, e da qualche anno , seguo in modo assiduo, diversi direttori di moda, collaboratori delle migliori riviste, e partecipo a qualsiasi tipo di concorso pubblichino, che siano queste italiane americane o inglesi.

il lavoro di Andy? , in molti pensano che sia stato tutto molto caricato nel film , ma purtroppo non è cosi, mi è capitato molte volte , durante i miei viaggi a NY , di vedere da Starbucks o altri posti , molte ragazze con delle vere e proprie liste della spesa , cioè una carrellata di caffè , per gente che in quel momento è seduta in ufficio , a creare , discutere ecc.. e lei gli porta i caffè.. ho intervistato nell’attesa del mio ice coffee , una ragazza (in effetti a causa sua io ho dovuto aspettare 20 minuti per un caffè con ghiaccio) cosi visto che eravamo da starbucks dove sono tutti con le cuffiette, o la testa sugli ipad , ho visto questa ragazza con un blackberry nero (ancora con tastierino shock) da come è vestita e da come scrive quasi da psicopatica, ammetto che la maggior parte delle chiacchierate fatte a NewYork sono nate proprio dopo il mio modo di guardare la gente.. quasi come oh my gosh i wanna be you , si lo so , quasi patetico , ma tutto quello che è New York , mi ha sempre affascinato , ma non voglio divagare, la ragazza Meghan , 24 anni stagista presso un ufficio, dove si occupano appunto di moda, di pubbliche relazioni  e altro.. non è stata specifica , era dell’Ohio , e studiava alla NYU , una delle università più belle di newyork solo per dove si trova, mi diceva che avvolte è difficile stare dietro tutte le richieste, che è indietro con molti esami,che lavorare con loro le permette di essere presente alle feste più esclusive , di conoscere molte persone importanti , che le piace il suo lavoro, anche se molto stressante e a volte umiliante . Le dissi del mio amore per New York, e nel frattempo stavamo uscendo dallo shop, mi chiese cosa amassi di quella caotica città e cosa avrei voluto fare una volta trasferita lì..

Eh li presi il mio caffè mi diressi verso Bryant Park , e mi andai a sedere vicino uno di quei tavolini verdi che circondano il parco, in una mano il caffè nell’altro il NewYorker , la risposta la trovai li, una rubrica su uno dei giornali più importanti di new york può andar bene come risposta? beh ovviamente il tempo con Meg era esaurito quindi le dissi anything possible , lei sorrise e mi augurò buona fortuna, correndo per la quinta come una matta con otto lunghi caffè , mi guardavo intorno, e gente come Meghan ce ne era a bizzeffe, quindi penso che di un altra assistente proprio non abbia bisogno NewYork , ma una cosa è sicura ha bisogno di un altra sognatrice , perchè è come se NewYork alimentasse le sue luci , con i sogni delle persone.

Io nel frattempo mentre finisce il film, sogno ad occhi aperti di essere la nuova Emily di Una Miranda qualsiasi , di correre a destra e manca, per prenderle la bistecca da Gallagher e andare per negozi a prenderle due cinture praticamente uguali e trovare con lei le differenze.

Questo slideshow richiede JavaScript.

MAKEUP REMOVER

A 20 anni, era bello tornavi a casa, e dicevi : ma si non mi strucco cosa succederà mai? bene a 30 anni, non puoi assolutamente permetterti un pensiero del genere, la pelle è nella fase iniziale della decadenza, le prime rughe, le prime imperfezioni della pelle.. cosi dopo anni e anni di ricerche , e dopo aver provato centinaia di prodotti , dopo aver provato quasi tutte le maschere prodotte per pulizia del viso, sono arrivata alla conclusione di aver capito quali siano i migliori.

il primo step sono le salviette struccanti:

si la cosa che potrebbe essere la più semplice da comprare, in effetti non lo è , dovete comunque chiedervi , prima di tutto che tipo di pelle avete, se mista , pelle secca o pelle grassa, nel mio caso ho una pelle tendente al lucido, quindi mista , cosi dopo aver provato tante salviette struccanti, di diversi marchi famosi, sono arrivata alla conclusione che quelle della L’Oreal sono perfette , ma che solo le salviette a volte non bastano; quindi ho comprato direttamente tutta la linea , Fiori Rari.

l'oreal fiori rari.JPG

Ovviamente , dopo aver effettuato la pulizia del viso (tempo permettendo) applico anche delle maschere che di solito intensificano la pulizia effettuata, e anche qui ho usato davvero tante tante maschere, quelle di stoffa , quelle pellicola , quelle da lavare via, le ho provate tutte, fino a quando ho provato le #instadetox , le face mask di L’oreal Skin expert , sono perfette e i risultati sono sempre quelli promessi!

Cosi la mia intera routine firmata L’Oreal , mi ha permesso di riprendere la mia pelle, mi ha dato la possibilità di riportare la mia pelle ad uno stato migliore, rispetto agli anni passati provare per credere.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Kate Queen of style

La regina Elisabetta, detiene il record di regno più lungo della storia della corona Inglese, ovviamente non durerà in eterno e in Inghilterra , ma anche nel resto dell’Europa è iniziato un toto scommesse tra chi dei due eredi , Carlo e William diventerà futuro re di Inghilterra, e quindi chi tra la vecchia e acida Camilla , o la giovane e dolce Kate , diventerà regina consorte, a furor di popolo tutti pensano a William, ma mai dire mai..

Nel frattempo Kate Middleton, una semplice ragazza che con il suo abito da principessa ha fatto sognare milioni di persone che hanno seguito il matrimonio reale più famoso della storia dopo quello di Lady D. , Ha perfezionato negli anni il suo stile, sempre più raffinato, e di classe.. Kate si è fatta amare da tutti per la sua semplicità anche nel vestire e per il riutilizzo di alcuni outfit.. che al giorno d’oggi è quasi impossibile..

Ecco l’evoluzione e alcuni dei look più belli di Kate Middleton futura regina di Inghilterra..

PROUD TO BE CURVY

Sono sempre stata come si dice dalle mie parti , ben piazzata , ma fortuna vuole che la moda ci ha dato un aggettivo più sexy , più bello.. che a molte (anche a donne come me ) ha dato la carica e la voglia di amare noi stesse .. sono una ragazza Curvy!!!

Io ho sempre rispettato me stessa,anche quando indossavo una taglia 56 e negli ultimi anni,voi lo stress ,vuoi l’essere più in movimento o non so proprio cosa dirvi (non sono una che sta attenta alla dieta) sono arrivata alla taglia 48 , in due anni e da un anno sono stabile senza oscillazioni.. ahaha,sono stata molte volte bullizzata, perchè ero in sovrappeso, in amore tante delusioni che per molti erano dovute al mio peso, che certe cose non potevo indossarle perchè ero troppo grassa ,  perchè ho passato anni, a sentirmi sempre inadatta, ma poi mi sono svegliata , poi ho capito che il problema non ero io e il mio corpo ma chi mi circondava, perchè si fermava alle apparenze e non guardava oltre.. ho capito che un posto nella società non me lo guadagno con un fisico perfetto ma con duro lavoro e impegno, che il mio corpo non deve essere il mio biglietto da visita, perchè la taglia non dice chi sono.

Devo tutto questo a Ashley Graham  , si proprio lei, la modella curvy del momento, lei che con i suoi discorsi , le interviste , mi ha fatto capire che non sono sola, e che devo credere di più in me stessa..  Ed è cosi che ho iniziato a fare, ho iniziato ad amare me stessa, perchè nessuno può giudicare me , se non io stessa.

Questo è il discorso di Ashley Graham più volte condiviso da me , sui social.

DISCORSO DI ASHLEY GRAHAM

Sono appassionata di Shopping, e questo lo sventolo ai quattro venti , da quando ero ragazzina, ovviamente , per quelle come me, è difficile trovare capi di abbigliamento belli e alla moda, (solo in italia comunque) cosi mi sono diretta verso siti internet dove vendevano abbigliamento plus size, i primi anni su bonprix.it ma poi ho conosciuto siti come forever21.com e asos.com dove ho sempre trovato capi alla moda,nel frattempo in italia è arrivata Violeta by Mango , il marchio spagnolo ha dedicato un intera linea solo alle donne curvy, tra le mie preferite perfetti per me.. adesso indossando una 48 , la fatica di trovare la taglia giusta è seriamente diminuita, cosi in negozi come Mark and Spencer , H&M , primark e Zara, riesco a fare acquisti.

Questo è il look di oggi 14 marzo,

Denim by Mark and Spencer

top by forever21plus

maxresdefault

E nella speranza di vedere presto anche sulle passerelle europee modelle curvy (come si vedono in america ) ecco alcune delle modelle più famose degli ultimi anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LOOK DA CERIMONIA..

Il primo matrimonio dopo tantissimi anni, emozionata, tesa.. e perennemente indecisa; il matrimonio è quello di mio fratello, location un paesino della Polonia, a otto ore di macchina dalla capitale russa .. Dovevo cercare l look adatto, quello da “sorella dello sposo” quindi elegante , raffinato ma non troppo monotono.. io è dal mese di gennaio , che cerco il look esatto , e ne ho comprati e provati e visti , studiati , talmente tanti che potrei aiutare centinaia di invitate a prepararsi per questi eventi.

cosi ho pensato di condividere con voi i 4 look finora scelti da me.. e che porterò con me in questo “wedding in Poland”

 

il primo look del quale vi allego il link..

abito blu

gli accessori , da abbinare a questo abito possono essere tanti, e per quelli mi affido a #accessorize . Per le scarpe , oltre a delle decolletè dorate comprate su asos ,al 70% di sconto, e poi mi affiderò a #primadonna per una decolletè nera o argento.

abito mora

Questo ha inserti particolari, e ammetto finora è il mio preferito. Penso di abbinarlo alle decollete dorate ..

E siccome i matrimoni durano avvolte fino all’alba mi sono organizzata per alcuni look post cerimonia, cosi ho puntato su qualcosa che adoro le Jumpsuits ..

Su http://www.forever21.com sezione curvy/plussize ho trovato alcuni pezzi davvero carini, sexy e anche economici , che per una mani bucate come me va più che bene.. tanto che invece di una ne ho prese due!!

che sono queste , la prima mi sono innamorata del colore e della scollatura, mentre la seconda verrà abbinata ad una giacca (la primavera li è freddina) ..

come vedete mi sono data da fare con molto anticipo che oggi andando in giro per negozi.. ho visto un abito di Fiorella Rubino , straordinario e fucsia ..

Poi allegherò in quei giorni le foto degli abiti scelti (ovviamente non potrò indossare 4 look ma solo 2)

xoxo

coco

 

 

QUANDO HAI 30 ANNI PASSATI..

Qualche giorno fa , nel chiacchiericcio tra colleghi , mi sono sentita dire hai 32 anni, ma quando lo fai un figlio? e mi sono trovata a pensare tutto il giorno al perchè… perchè nel 2018 , quando milioni di donne combattono per la loro indipendenza , io devo sentirmi inadeguata , una persona non completa perchè non ha figli.. e addirittura sentirmi dire , si ma se non ti muovi.. beh ti conviene non farli perchè poi saresti vecchia per crescerlo.. Dentro di me, mi sento divisa in due , una parte di me , dice che forse queste persone hanno ragione, che dovrei muovermi, dovrei essere più aperta, più disponibile , più sicura di me e buttarmi in un avventura forse più grande di me, ma poi penso al fatto che non sono fatta per una vita in due , ho paura dei rapporti, ho paura di dare ancora una volta , il mio cuore a chi poi forse potrebbe distruggermi , a chi potrebbe tradirmi , ferirmi, forse la mia è solo paranoia, forse semplice rassegnazione al fatto che sono una persona difficile da amare.. Ormai sono anni che dico che se per i miei 35 anni , non avviene niente di straordinariamente romantico , allora mi darò alla fecondazione assistita, qualche volta ho pensato anche all’adozione .

Poi c’è un’altra parte di me, quella non cinica, ma matura, quella che non vede un futuro assai lontano, quella che vive giorno per giorno pensando prima a quello che vogliono gli altri.. e poi a quello che voglio io.. Mi continuo a dire che non vedo dei bambini nel mio futuro, che forse è meglio cosi.. che c’è chi nasce per mettere su famiglia, e chi invece come me è distinato ad altro.. Cosi mi è venuto in mente un post scritto da “il mio ultimo viaggio a NY” , non è che gli americani non si importano di te , semplicemente è gente che si fa i fatti propri , non si intromette nella vita altri.. cosi facendo non crea problemi agli altri.. e non dovrà neanche portarseli sulla coscienza.. cameron-diaz-710149